Bonifici, giroconti e alimentazione conto

Bonifico Singolo

Effettuare un bonifico non è mai stato così semplice e sicuro. Accedi all’area riservata del conto e clicca sulla voce “Nuovo bonifico” che trovi alla sezione “Conto e carte" > Bonifici e giroconti". Ti basta compilare i campi sotto indicati e confermare l'operazione inserendo il codice PIN dispositivo. (In caso di bonifico di importo superiore a un certo importo stabilito dalla banca o in caso di servizio SMS PIN attivo, verrà richiesto anche l'inserimento del codice SMS PIN, a meno che il beneficiario non sia stato confermato in precedenza).

Ti ricordiamo che se sei titolare di un conto “Non Residente”,  per disporre bonifici sia  verso l’Italia che verso l’estero dovrai utilizzare la pagina ‘Estero’ che trovi nella sezione ‘Conto e carte" > ‘Bonifici e giroconti’  ricordandoti di inserire  il codice Swift (BIC). In alternativa puoi chiamare il Customer Care dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00.

Di seguito i campi da compilare:
Beneficiario
E' il soggetto beneficiario del bonifico. Ti ricordiamo di:
- non utilizzare abbreviazioni o titoli professionali e onorifici (es. Sig., Dott., Cav., etc…) per evitare problemi di ricezione del bonifico da parte del beneficiario;
- indicare sempre in modo completo e per esteso l’intestazione del conto del beneficiario.

IBAN

Importo in euro
Per ogni singolo utente è presente un limite giornaliero il cui raggiungimento è dato dalla somma dei bonifici in uscita appartenenti alle tipologie Singolo Italia, Agevolazione Fiscale ed Estero. Leggi tutti i dettagli

Data accredito bonifico
E' la data in cui il bonifico viene accreditato sul conto del beneficiario.

Data accredito minima:
Bonifici verso conti correnti non Fineco
1 giorno lavorativo per:
- conti con servizio SMS PIN attivo e conferma della disposizione entro le ore 15:00.
- conti con servizio SMS PIN NON attivo e conferma  della disposizione entro le ore 13:00.
2 giorni lavorativi per:
- conti con servizio SMS PIN attivo e conferma della disposizione dopo le ore 15:00.
- conti con servizio SMS PIN NON attivo e conferma  della disposizione dopo le ore 13:00.

Bonifici verso altri conti Fineco
Stesso giorno lavorativo per:
- conti con servizio SMS PIN attivo e conferma della disposizione entro le ore 15:00.
- conti con servizio SMS PIN NON attivo e conferma  della disposizione entro le ore 13:00.
1 giorno lavorativo per:
- conti con servizio SMS PIN attivo e conferma della disposizione dopo le ore 15:00.
- conti con servizio SMS PIN NON attivo e conferma  della disposizione dopo le ore 13:00.

Data accredito massima: 20 giorni lavorativi

Attenzione

La data di accredito determina anche le tempistiche di aggiornamento del saldo disponibile del tuo conto corrente.

Il saldo disponibile viene decurtato:
per bonifici verso conti correnti NON Fineco
- il giorno lavorativo antecedente la data di accredito indicata durante la disposizione.
per bonifici verso altri conti correnti Fineco
il giorno corrispondente alla data di accredito indicata nella disposizione.
In questo caso, l'accredito sul conto corrente del beneficiario avviene la sera del giorno indicato come data di accredito.

I bonifici inseriti in un giorno festivo o non lavorativo, si considerano ricevuti dalla banca il primo giorno lavorativo successivo. Di conseguenza, la data di accredito non potrà mai corrispondere ad un giorno festivo o non lavorativo.

CAUSALE

20151216bonificosingolo

In caso di utilizzo di un IBAN aderente al circuito europeo SEPA, avrai la possibilità di inserire i seguenti dati facoltativi:

Ordinante
E’ possibile selezionare l’ordinante del bonifico tra gli intestatari del conto corrente.

Riferimento ordinante
E’ il codice identificativo dell’ordinate, fornito dallo stesso e fatto pervenire al beneficiario.

Ordinante effettivo
L’ordinante effettivo è il soggetto per conto del quale l’ordinante dichiara di effettuare il pagamento.

Riferimento ordinante effettivo
E’ il codice identificativo dell’ordinante effettivo, fornito dall’ordinante e fatto pervenire al beneficiario.

Riferimento beneficiario
E’ il codice identificativo del beneficiario.

Indirizzo beneficiario
E’ l’indirizzo del beneficiario del bonifico.

Beneficiario effettivo
E’ il soggetto per conto del quale il beneficiario riceve il pagamento.

Riferimento beneficiario effettivo
E’ il codice identificativo del beneficiario effettivo.

Categoria
Si tratta di un codice di 4 caratteri utili alla banca del beneficiario per l'applicazione di specifiche modalità di elaborazione.



Salvando i dati del beneficiario puoi creare una lista beneficiari che ti consente di compilare solo la prima volta i dati. Potrai quindi effettuare i pagamenti successivi richiamando automaticamente tutti i dati necessari per l'esecuzione del bonifico.

Per i pagamenti continuativi che presuppongono lo stesso importo a determinate scadenze, puoi anche impostare bonifici continuativi che saranno effettuati automaticamente dal sistema alla data prestabilita.

Alla sezione “Archivio bonifici” puoi visualizzare e stampare in ogni momento tutti i dati delle disposizioni di pagamento inoltrate.

Nota!
il TRN (Transaction Reference Number) è il codice di riferimento dei bonifici disposti tramite canale SEPA e corrisponde al CRO (Codice Riferimento Operazione) dei bonifici su canale Italia.

Ricorda che:

in seguito alle modifiche introdotte sui bonifici dalla normativa PSD, le somme rimangono a disposizione del cliente fino al giorno di effettiva esecuzione del bonifico. Per giorno di esecuzione si intende:

- il giorno antecedente la data di accredito, in caso di bonifico Italia verso altre banche. 
- il giorno stesso della data di accredito, in caso di bonifico verso un altro conto Fineco.

Pertanto il bonifico risulterà in stato "in accettazione" senza decurtazione del saldo disponibile fino al giorno della sua effettiva esecuzione.

Ti segnaliamo inoltre che, in caso di indisponibilità delle somme nel giorno di esecuzione del bonifico, l’operazione viene annullata in automatico dalla banca. In questo caso, riceverai un'email di notifica all’indirizzo di posta elettronica registrato in anagrafica.

Nel caso avessi disposto il disinvestimento di uno strumento finanziario, un'operazione di cambio valuta o fossero scaduti Titoli di Stato e/o SuperSave, prima di confermare il bonifico, assicurati dell’effettiva contabilizzazione dell’importo nel saldo contabile del conto.

Qualora l'importo fosse presente solo nel saldo disponibile, la disposizione di bonifico potrebbe comportare un addebito di interessi passivi per scoperto di valuta. Facciamo presente che le operazioni in titoli, infatti, comportano un aggiornamento immediato del saldo disponibile e l'importo disinvestito è immediatamente utilizzabile solo per operazioni di trading.

Per disporre bonifici in uscita evitando l'addebito di interessi passivi per scoperto di valuta, è necessario che tale importo sia stato contabilizzato nei movimenti di conto (di norma 3 giorni lavorativi successivi al disinvestimento).

Attenzione!
Secondo quanto previsto dalla normativa antiriciclaggio, per disporre bonifici di importo pari o superiore a 5.000 euro in cui l’ordinante effettivo risulta essere un soggetto terzo diverso dai titolari del conto corrente, è necessario acquisire i dati identificativi e la copia del documento di identità dello stesso. Tale bonifico non può essere pertanto disposto online ma solo tramite invio di modulo cartaceo.

Per inoltrare la disposizione è pertanto necessario:

  1. Stampare e compilare
    a. Un modulo contente i dati dell’ordinante effettivo
    b. Un
    modulo contenente il dettaglio della disposizione di bonifico

  2. Allegare la copia del documento di identità e del codice fiscale dell’ordinante effettivo

  3. Inviare tutti i documenti a Finecobank debitamente compilati e firmati:
    - via fax al numero: 02 303482631
    - oppure via e-mail all’indirizzo: helpdesk@finecobank.com 

Il bonifico verrà eseguito al massimo entro la giornata operativa successiva alla data di ricezione di tutta la documentazione da parte della Banca; effettuata l’operazione, provvederemo a inviarti una e-mail di conferma.

Annullare un bonifico

E' possibile annullare un bonifico SEPA direttamente online in area Conto e Carte alla sezione “Bonifici e giroconti > Archivio bonifici”.






Visualizzerai il bottone ANNULLA in corrispondenza dei seguenti stati:

  • In accettazione/In esecuzione
     
  • Accettato: funzionalità attiva fino alle ore 18.00 del giorno lavorativo antecedente la data di accredito indicata dal cliente nella disposizione, ad eccezione dei bonifici verso conti Fineco per i quali la stessa sarà disponibile fino alle ore 18.00 della data di accredito. 
     
  • Da confermare (in caso di servizio SMS PIN ATTIVO): funzionalità attiva fino al cut off previsto per la conferma del bonifico (ore 15.30 o 23:55).
     

La funzionalità non è disponibile:

  • dopo le ore 18.00 del giorno lavorativo antecedente la data di accredito indicata dal cliente (dopo le ore 18.00 del giorno lavorativo corrispondente alla data di accredito in caso di bonifici interni)
     
  • in corrispondenza dello stato ESEGUITO
     
  • per i bonifici disposti in modalità cartacea.

L’annullamento della disposizione deve essere confermato tramite l’inserimento del PIN dispositivo. Al termine dell’operazione ti invitiamo sempre a verificare che lo stato del bonifico sia passato in “annullato”.

Se contestualmente alla disposizione di bonifico, hai deciso di rateizzare l’importo utilizzando “Paga a rate”, il piano attivato non subirà alcuna modifica.

RICHIAMO DI UN BONIFICO GIA' INOLTRATO (“RECALL”)
Un bonifico precedentemente eseguito può essere richiamato dalla Banca dell’Ordinante, su sua iniziativa o su richiesta del cliente Ordinante, attraverso la procedura di richiamo “Recall”, se concorrono tali condizioni:
- il bonifico ha una data di esecuzione (ovvero regolamento) di non oltre 10 giorni lavorativi dalla data del Recall
- il motivo del richiamo è esclusivamente uno dei seguenti: bonifico duplicato, errore tecnico, origine fraudolenta.
Nel caso in cui la Banca del Beneficiario accetti la richiesta, l’Ordinante rientra in possesso dei fondi inviati.
Nel caso di restituzione dei fondi, la Banca del Beneficiario può richiedere una commissione non previamente quantificabile, attraverso la deduzione dell’importo dal pagamento originario.

Conferma Beneficiario Bonifici

E' possibile confermare con SMS PIN i beneficiari dei bonifici registrati in “Rubrica beneficiari” e si può procedere sia alla conferma di più beneficiari contemporaneamente, sia alla conferma di un beneficiario alla volta.

Tutti i bonifici in uscita a favore di beneficiari registrati in rubrica e confermati con SMS PIN, verranno inseriti con il solo PIN dispositivo, anche in caso di servizio SMS PIN bonifici attivo.
In caso contrario, tutte le disposizioni in uscita sopra un determinato importo soglia definito di volta in volta dalla Banca, dovranno sempre essere confermate con Pin dispositivo e SMS PIN.

Ad ogni beneficiario in rubrica è associato uno specifico stato: 

Da confermare

Beneficiario non confermato con SMS PIN

In attesa di conferma

SMS PIN inviato sul tuo cellulare certificato.

Nota Bene!  In caso di mancata conferma entro le 23.55 della giornata di ricezione del codice SMS PIN, lo stato del beneficiario verrà riportato a “Da confermare”.

Confermato

Beneficiario confermato con SMS PIN.

Non confermabile

Beneficiario non confermabile in quanto ritenuto poco sicuro dalla Banca.


Conferma singolo beneficiario
Cliccando sullo stato “da confermare” in corrispondenza del singolo beneficiario registrato in rubrica, riceverai sul tuo cellulare certificato, il codice SMS PIN da utilizzare per procedere alla conferma.

Conferma multipla beneficiari
Cliccando sul link “Vuoi confermare più beneficiari contemporanente?” è possibile procedere alla conferma multipla dei beneficiari inseriti in rubrica. Pertanto, con il solo inserimento di un codice SMS PIN, è possibile confermare più beneficiari contemporaneamente.

Nota! Per garantirti maggiore sicurezza, la banca potrebbe non permettere la conferma di alcuni Beneficiari/IBAN o revocarla successivamente. Tali beneficiari saranno registrati in rubrica in stato “Non confermabile”.

Invio mail di notifica al beneficiario

La funzione di invio e-mail di notifica al beneficiario, già presente nella pagina di esito di inserimento di una disposizione di bonifico, è disponibile anche alla sezione “Bonifici e giroconti > Archivio bonifici”” in corrispondenza dello stato “ESEGUITO” della disposizione.



Cliccando sull’icona evidenziata sarà possibile visualizzare l’anteprima della e-mail che verrà inviata.
E’ possibile indicare fino a tre destinatari e-mail e scegliere di inviare una copia della comunicazione al proprio indirizzo email certificato.

Limite giornaliero bonifici in uscita

Per ogni singolo utente è presente un limite giornaliero il cui raggiungimento è dato dalla somma dei bonifici in uscita inseriti:

- dalle ore 15:00 del giorno precedente alle ore 15:00 di T in caso di servizio SMS PIN attivo.
- dalle ore 13:00 del giorno precedente alle ore 13:00 di T in caso si servizio SMS PIN non attivo

e appartenenti alle tipologie Singolo Italia, Agevolazione Fiscale ed Estero.

Al calcolo concorrono solo i bonifici con la stessa data esecuzione T.

Il limite giornaliero cumulato per singolo utente è pari a:

- 250.000,00€ in caso di SMS PIN attivo
- 160.000,00€ in caso di SMS PIN non attivo

ma potrai, in deroga agli importi sopra menzionati, modificare la soglia giornaliera contattando il Customer Care ai numeri:

- 800.52.52.52 (da telefono fisso e dall'Italia)
- 02.2899.2899 (per chiamate dall'estero o dal cellulare).

Oltre alle disposizioni confermate, concorrono al raggiungimento della relativa soglia anche i bonifici disposti ma non ancora confermati tramite SMS PIN; al contrario, sono esclusi i bonifici annullati o con SMS PIN scaduto.


Bonifico estero
L’importo massimo del singolo bonifico è pari a 50.000,00€.

Importo superiore ai limiti giornalieri

Per disporre un'operazione in deroga al limite giornaliero, chiama il Customer Care ai numeri: 

  • 800 52.52.52 (da telefono fisso e dall'Italia)
  • 02.2899.2899 (per chiamate dall'estero o da cellulare).

Bonifici urgenti

Il “bonifico urgente” è una particolare tipologia di bonifico verso banche terze.

La disposizione avviene attraverso circuiti interbancari dedicati, che consentono l’invio delle somme alla banca beneficiaria in tempi molto ridotti. Per questo motivo Fineco necessita che i propri clienti effettuino queste disposizioni non oltre le ore 13:00 della giornata lavorativa.

Qualora, per motivi diversi, non sussistano le condizioni per l'invio del bonifico in modalità urgente (ad es. disposizioni pervenute dopo le 13:00 o banca destinataria non aderente al circuito interbancario dedicato o per altre valutazioni da parte della banca), Fineco provvede ad informare il Cliente e concordare con lo stesso altre modalita’ o tempistiche di disposizione del bonifico.

I bonifici urgenti possono essere disposti solo tramite Customer Care chiamando i numeri:

- 800.52.52.52 (dall'Italia e da telefono fisso)
- 02.2899.2899 (per chiamate da cellulare o dall'estero)

I dati richiesti per l'esecuzione di un bonifico urgente sono gli stessi di un bonifico Italia:

Ordinante
Conto corrente ordinante
Importo
Causale
Beneficiario
IBAN completo beneficiario
Un tuo recapito telefonico

Quanto costa un bonifico urgente?
La commissione applicata a queste disposizioni è pari all'1 per mille dell'importo del bonifico (minimo 18 Euro, massimo 51 Euro) e viene addebitata in conto corrente.

Rubrica beneficiari

I destinatari dei bonifici in uscita dal proprio conto corrente sono spesso un numero ristretto di persone o di aziende alle quali è destinata la maggior parte dei nostri pagamenti.

Se vuoi rendere più veloci e automatiche le operazioni, inserisci i destinatari in una rubrica beneficiari che riporta tutti i dati necessari per l'esecuzione del bonifico.

Per accedere alla rubrica beneficiari basta entrare nella sezione "Conto e carte> Bonifici e giroconti> Rubrica beneficiari".

Ad ogni nuovo bonifico effettuato è possibile decidere di aggiungere il beneficiario alla lista barrando l'apposita casella presente nella pagina di disposizione del bonifico.

In ogni caso puoi in qualsiasi momento aggiungere un nuovo beneficiario in rubrica cliccando su "NUOVO BENEFICIARIO". Sarà necessaria la conferma con SMS PIN.

I beneficiari abilitati a ricevere bonifici istantanei sono identificati dall'apposita icona sct inst 9 all'interno della rubrica.

Nota! E' necessario che, oltre alla banca beneficiaria, il conto beneficiario sia abilitato alla ricezione dei bonifici istantanei.

Verifica il saldo

Nel caso avessi disposto il disinvestimento di uno strumento finanziario, un'operazione di cambio valuta o siano scaduti Titoli di Stato e/o SuperSave, prima di confermare il bonifico assicurati che l'importo sia stato contabilizzato nel saldo contabile del conto. 

Nel caso l'importo fosse presente solo nel saldo disponibile, la disposizione di bonifico potrebbe comportare un addebito di interessi passivi per scoperto di valuta.

Facciamo presente che le operazioni in titoli, infatti, comportano un aggiornamento immediato del saldo disponibile e l'importo disinvestito è immediatamente utilizzabile solo per operazioni di trading.

Per disporre bonifici in uscita, invece, è necessario che tale importo sia stato contabilizzato nei movimenti di conto (di norma 3 giorni lavorativi successivi al disinvestimento). Al contrario, la disposizione di bonifico potrebbe comportare un addebito di interessi per scoperto di valuta.

Archivio bonifici

Alla sezione Conto e carte > Bonifici e giroconti, cliccando sul link Archivio bonifici è possibile visualizzare e stampare il dettaglio e le contabili di:

tutti i bonifici (Italia, Agevolazinoe fiscale, Estero e istantaneo) in entrata e in uscita.

NOTA. Fra i bonifici singoli Italia sono riepilogate anche le singole disposizioni previste da eventuali piani di bonifico continuativo impostati sul tuo conto corrente.

bonifici singoli (Italia e esteri) in ingresso (dati disponibili dall’anno 2010).

La ricerca può essere effettuata per tipologia di bonifico (Italia, agevolazione fiscale, estero, istantaneo) e per periodo temporale (mese corrente, ultimi 3 mesi, ultimi 6 mesi, ricerca avanzata) e per parola chiave (ordinante, beneficiario, causale, importo).



I dati disponibili nella tabella di riepilogo sono:

  • data accredito (Italia e agevolazione fiscale) o data operazione (estero);
  • tipo bonifico;
  • ordinante;
  • beneficiario;
  • importo;
  • stato (accreditato, accettato, in accettazione, eseguito, sospeso, annullato).


La funzione “R” (Ripeti) ti permette di effettuare un nuovo bonifico precompilato con i dati di una disposizione già effettuata.

Espandendo la riga di riepilogo è inoltre disponibile il dettaglio completo dell'operazione, incluso, in caso di bonifico eseguito o accreditato, il numero di CRO (per bonifici canale Italia)/TRN (per bonifici canale estero e tutti i bonifici SEPA) e l'opzione per la stampa della contabile.

 

Paesi SEPA

E' l’acronimo di Single Euro Payments Area e ricomprende tutti i pagamenti in euro effettuati all'interno dei 36 Paesi che a oggi vi hanno aderito, così ripartiti:

  • i 19 Paesi dell’Unione Europea che hanno già adottato l’euro;
  • i restanti 9 Paesi dell’Unione Europea che fanno parte dell'European Economics Area che non hanno adottato l'euro, ma effettuano pagamenti in euro: Regno Unito, Svezia, Danimarca, Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Bulgaria, Romania e Croazia;
  • gli 8 Paesi che effettuano pagamenti in euro e hanno adottato gli schemi di pagamento SEPA: Norvegia, Islanda e Liechtenstein, Svizzera, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Principato di Andorra e Città del Vaticano.

Attenzione! Ricordiamo che, verso Città del Vaticano non è, al momento, possibile disporre/ ricevere pagamenti SEPA in quanto il Paese risulta aderente solo allo schema geografico. L’adesione allo schema SCT (Sepa Credit Transfer) è prevista nel corso del 2019.

Bonifico istantaneo

Il bonifico istantaneo è il servizio che permette il trasferimento immediato di fondi tra correntisti di banche dell’area SEPA e aderenti al servizio.

Il servizio è attivo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

Attivare il servizio bonifico istantaneo in uscita

Per poter disporre bonifici istantanei è necessario procedere all’attivazione del servizio attraverso una delle seguenti modalità:

> dalla sezione “Home > Gestione conto > Gestione servizi” cliccando su “ATTIVA” in corrispondenza dei “bonifici istantanei”;

 

sct inst 1 ok

 

bon inst 4

> Durante la disposizione di un bonifico Italia/estero a favore di un beneficiario eleggibile ai bonifici istantanei.

Puoi decidere di attivare il servizio di bonifici istantanei per i bonifici Italia e per i bonifici Esteri Sepa, oppure in alternativa solo per i bonifici Italia.

sct inst 12

sct inst 4

 

Limiti di importo per i bonifici istantanei in uscita

Per ogni singolo utente è presente un limite giornaliero il cui raggiungimento è dato dalla somma dei bonifici istantanei in uscita appartenenti alle tipologie Singolo Italia istantaneo ed Estero istantaneo.

Il limite giornaliero cumulato per singolo utente è pari a 15.000,00€, ma potrai ridurre la soglia giornaliera dalla sezione Impostazioni bonifici. 

Il massimale giornaliero di 15.000,00 € non viene rilevato sul giorno di calendario, ma sulle disposizioni effettuate nelle precedenti 24 ore.

L’importo massimo del primo bonifico istantaneo verso nuovi beneficiari, verso i quali non sono mai stati disposti bonifici negli ultimi 2 anni, può essere:

  • definito in automatico da Fineco (Fineco ti proporrà un limite massimo per singolo bonifico)
  • personalizzato (max 500€)

Entro 48 ore dalla disposizione di un bonifico verso un nuovo beneficiario il limite per singola disposizione sarà aumentato fino al limite di importo impostato da Impostazioni bonifici.

Disporre un bonifico istantaneo

E' possibile disporre bonifici istantanei solo da conto euro in divisa euro.

Italia

Per inoltrare online una disposizione di bonifico istantaneo Italia:
- accedi alla sezione Conto e carte > Bonifici e giroconti > Italia
- inserisci  un “IBAN” abilitato alla ricezione dei bonifici istantanei ed un “Importo €” idoneo alla modalità di disposizione istantanea verso quel beneficiario
- seleziona ,  l’apposita checkbox: per procedere con la disposizione di un pagamento istantaneo e conferma il pagamento.

Ti ricordiamo che per confermare un bonifico istantaneo è sempre necessario utilizzare il Mobile Code oppure inserire il Pin dispositivo ed il codice usa e getta SMS PIN inviato sul tuo numero di cellulare registrato in anagrafica.

 

bon inst 2

 

Estero

Per inoltrare online una disposizione di bonifico istantaneo Estero:
-  accedi alla sezione Conto e carte > Bonifici e giroconti > Estero
- inserisci un “IBAN” aderente all’area SEPA abilitato alla ricezione dei bonifici istantanei ed un “Importo” in valuta euro idoneo alla modalità di disposizione istantanea verso quel beneficiario
 clicca su continua
- seleziona l’apposita checkbox: per procedere con la disposizione di un pagamento istantaneo e conferma il pagamento.

Ti ricordiamo che per confermare un bonifico istantaneo è sempre necessario utilizzare il Mobile Code oppure inserire il Pin dispositivo ed il codice usa e getta SMS PIN inviato sul tuo numero di cellulare registrato in anagrafica.

sct inst 11

 

bon inst 5

Ti ricordiamo che la disposizione di un bonifico istantaneo, una volta confermata, non è revocabile.

Nota! E' necessario che, oltre alla banca beneficiaria, il conto beneficiario sia abilitato alla ricezione dei bonifici istantanei.

Alla sezione “Archivio bonifici” puoi visualizzare e stampare in ogni momento tutti i dati delle disposizioni di pagamento inoltrate.

 

Commissioni
Il costo di un singolo bonifico istantaneo in uscita è pari a 0,20% dell’importo del bonifico (min. 0,85 euro – max 2,95 euro). La commissione viene addebitata contestualmente all’esecuzione del bonifico.

Ricevere un bonifico istantaneo

La ricezione di un bonifico istantaneo è gratuita.

Impostazioni bonifici

Alla sezione Conto e carte > Bonifici e giroconti, cliccando sul link Impostazioni bonifici è possibile modificare i limiti massimi di importo per i bonifici istantanei in uscita.

bon inst 3

Bonifici esteri

I bonifici esteri fino a 50.000 euro (o importo equivalente se disposti in divisa diversa dall'euro) possono essere disposti online o tramite Customer Care chiamando i seguenti numeri dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 22:00 e il sabato dalle 09:00 alle 13:00: 

 - 800.52.52.52 (da telefono fisso)
 - 02 2899.2899 (da telefono cellulare a pagamento)

I bonifici esteri di importo superiore a 50.000 euro possono invece essere effettuati solo tramite Customer Care.

All’interno dell’area privata del sito, dalla sezione Conto e carte > Bonifici e giroconti> Estero è possibile disporre le seguenti tipologie di bonifico:

  • Da Conto Euro: bonifici in tutte le divise disponibili verso tutti i Paesi
  • Da Servizio Multicurrency: bonifici verso tutti i Paesi nella divisa di riferimento del rispettivo servizio.

Nota! A causa di una serie di limitazioni poste in essere dal governo cinese, non sarà possibile disporre bonifici in Renminbi cinese (CNY) verso la Cina.

A seconda del Paese e della divisa inseriti, il bonifico verrà indirizzato in automatico sul canale SEPA o sul canale SWIFT.

Disporre un bonifico estero

Per inoltrare online una disposizione di bonifico estero, accedi alla sezione Conto e carte > Bonifici e giroconti > Estero e compila i seguenti campi:

Conto e divisa addebito
E' possibile disporre bonifici sia da conto euro (nelle divise disponibili) sia da servizio Multicurrency (solo nella divisa di riferimento del servizio).

Importo
Bonifici SEPA in euro: min 0 euro - max 50.000 euro.
Bonifici SWIFT (in euro o in divisa diversa da euro): min 25 euro (o il suo controvalore per bonifici diversi da euro), max 50.000 euro (o il suo controvalore per bonifici diversi da euro).

Nota! I bonifici di importo superiore a 50.000 euro o inferiore a 25 euro (circuito SWIFT ) possono essere disposti solo tramite Customer Care.
In caso di bonifici disposti da conto euro, in divisa diversa da euro, l’importo stimato al momento dell’inserimento della disposizione è da ritenersi indicativo. L'importo effettivamente addebitato sul conto verrà calcolato utilizzando il cambio disponibile al momento dell’esecuzione dell’operazione.

Nel campo importo è possibile indicare fino a due decimali, ad eccezione dei bonifici disposti in Fiorino Ungherese (HUF) e Yen Giapponese (JPY) i cui importi devono essere indicati per intero (senza decimali).

Ti ricordiamo che, sul tuo conto, è presente un limite giornaliero il cui raggiungimento è dato dalla somma dei bonifici in uscita appartenenti alle tipologie Singolo Italia, Agevolazione Fiscale ed Estero. Leggi tutti i dettagli


Divisa bonifico
Da conto euro è possibile disporre bonifici nelle seguenti divise:

EUR - EURO HKD - Dollaro di Hong Kong
USD - Dollari Americani NZD - Dollaro Neozelandese
GBP - Sterline Regno Unito SGD - Dollaro di Singapore
CHF - Franco Svizzero ZAR - Rand Sudafricano
JPY - YEN Giapponese CZK - Corona Ceca
SEK - Corona Svedese PLN - Zloty Polacco
DKK - Corona Danese HUF - Fiorino Ungherese
NOK - Corona Norvegese TRY - Lira Turca
AUD - Dollaro Australiano MXN - Peso Messicano
CAD - Dollaro Canadese RUB - Rublo Russo
CNY - Renminbi Cinese  


Dal servizio Multicurrency è possibile disporre bonifici solo nella medesima divisa del servizio.

Beneficiario
E' il soggetto beneficiario del bonifico. Ti ricordiamo di:
- non utilizzare abbreviazioni o titoli professionali e onorifici (es. Sig., Dott., Cav., etc…) per evitare problemi di ricezione del bonifico da parte del beneficiario;
- indicare sempre in modo completo e per esteso Nome e Cognome o la Denominazione sociale del Beneficiario.

Nazione
E' il Paese della banca estera verso la quale è disposto il pagamento. Sulla base del Paese destinatario e della divisa selezionati, vengono caricati i campi richiesti per la compilazione del conto corrente del beneficiario quali, ad esempio:

  • IBAN: composto da 18 a 32 caratteri a seconda del Paese beneficiario
  • Account Number e Branch Number, rispettivamente composti da 7 caratteri e 5 e necessari per i bonifici verso il Canada
  • CLABE composto da 18 caratteri e necessario per i bonifici verso il Messico
  • ABA: utilizzato per le disposizioni verso Stati Uniti d’America e composto da 9 cifre
  • BSB: composto da 6 cifre e necessario per le disposizioni verso l’Australia

e/o altri dati necessari all’invio della disposizione.
Dopo aver cliccato sul bottone “Continua”, sulla base del Paese destinatario, la disposizione di bonifico viene indirizzata sul canale SWIFT o sul canale SEPA e vengono caricate, alternativamente, tre differenti pagine:


Bonifici in uscita in qualsiasi divisa (EUR, di Paese EEA e di Paese extra-EEA) verso un beneficiario avente conto presso Banca in un Paese aderente EEA




Bonifici in uscita in qualsiasi divisa (EUR, di Paese EEA e di Paese extra-EEA) verso un beneficiario avente conto presso Banca in un Paese NON aderente EEA


 

Bonifici SEPA


BIC

Il codice alfanumerico BIC, composto da 8 a 11 caratteri, deve essere indicato solo per i bonifici disposti tramite canale SWIFT. Al contrario, per i bonifici SEPA, tale dato viene calcolato automaticamente da Fineco.

Data accredito/data valuta addebito

  • per le disposizioni tramite circuito SEPA, dovrai indicare la data accredito al beneficiario;
  • per le disposizioni tramite circuito SWIFT, dovrai invece indicare la data valuta di addebito sul tuo conto corrente, secondo le tempistiche evidenziate nel relativo paragrafo. Ti ricordiamo che tali tempistiche cambiano a seconda del Paese di destinazione e della divisa selezionata.

I bonifici inseriti in un giorno festivo o non lavorativo, si considerano ricevuti dalla banca il primo giorno lavorativo successivo.

Attenzione
La data accredito/valuta di addebito determina anche le tempistiche di aggiornamento del saldo disponibile del tuo conto corrente.
Pertanto, il saldo disponibile viene decurtato il giorno di esecuzione indicato durante la disposizione.

Causale
E' la motivazione del pagamento

Commissioni
I bonifici disposti tramite circuito SEPA sono sempre gratuiti.
Il costo della disposizione tramite circuito SWIFT è di 9,95 euro (19,95 euro per le Persone Giuridiche). La commissione viene addebitata il giorno di esecuzione della disposizione. Per i bonifici effettuati da servizio Multicurrency, la commissione viene addebitata nella medesima divisa (il controvalore della commissione è calcolato utilizzando il cambio disponibile al momento dell'esecuzione).

Spese
Solo per i bonifici SWIFT, l’importo dello stesso potrebbe essere decurtato, a causa di spese applicate dalla banca beneficiaria o eventuali banche intermediarie che interverranno nel processo di trasferimento delle somme.

A tal fine, in fase di disposizione dell’operazione, è necessario scegliere tra una delle seguenti tipologie di spesa:

- OUR: Tutte le spese bancarie correlate all'operazione sono a carico dell'ordinante. Rimangono a carico del beneficiario eventuali spese di incasso. Salvo eccezioni che ti invitiamo a verificare con il Cusotmer Care ai consueti numeri, tale spesa è pari a 1,50‰ dell’importo del bonifico (min. 25,00€ - max 150,00€).
- SHA: Le spese sono ripartite fra ordinante e beneficiario. Nel dettaglio, le spese della banca ordinante a carico dell'ordinante, le spese delle eventuali banche intermediarie e della banca beneficiaria a carico del beneficiario.
- BEN: Tutte le spese bancarie correlate all'operazione sono a carico del beneficiario.

Inoltre, solo per i bonifici disposti tramite circuito SEPA, avrai la possibilità di inserire i seguenti dati facoltativi:

  • Ordinante
    E’ possibile selezionare l’ordinante del bonifico tra gli intestatari del conto corrente.

  • Riferimento ordinante
    E’ il codice identificativo dell’ordinante, fornito dallo stesso e fatto pervenire al beneficiario.

  • Ordinante effettivo
    L’ordinante effettivo è il soggetto per conto del quale l’ordinante dichiara di effettuare il pagamento.

  • Riferimento ordinante effettivo
    E’ il codice identificativo dell’ordinante effettivo, fornito dall’ordinante e fatto pervenire al beneficiario.

  • Riferimento beneficiario
    E’ il codice identificativo del beneficiario.

  • Indirizzo beneficiario
    E’ l’indirizzo del beneficiario del bonifico.

  • Beneficiario effettivo
    E’ il soggetto per conto del quale il beneficiario riceve il pagamento.

  • Riferimento beneficiario effettivo
    E’ il codice identificativo del beneficiario effettivo.

  • Categoria
    Si tratta di un codice di 4 caratteri utili alla banca del beneficiario per l'applicazione di specifiche modalità di elaborazione.




Salvando i dati del beneficiario puoi creare una Rubrica beneficiari che ti consente di compilare solo la prima volta i dati. Potrai quindi effettuare i pagamenti successivi richiamando automaticamente tutti i dati necessari per l'esecuzione del bonifico.

Alla sezione “Archivio bonifici” puoi visualizzare e stampare in ogni momento tutti i dati delle disposizioni di pagamento inoltrate.

Ricorda che:
In seguito alle modifiche introdotte sui bonifici dalla normativa PSD, le somme rimangono a disposizione del cliente fino al giorno di effettiva esecuzione del bonifico. La data di esecuzione, per tutte le tipologie di bonifico estero, viene sempre indicata all’interno del riepilogo della disposizione.
Il bonifico risulterà in stato "in accettazione" senza decurtazione del saldo disponibile fino al giorno della sua effettiva esecuzione.


Ti segnaliamo inoltre che, in caso di indisponibilità delle somme nel giorno di esecuzione del bonifico, l’operazione viene annullata in automatico dalla banca. In questo caso, riceverai una mail di notifica all’indirizzo di posta elettronica registrato.

Attenzione!
Secondo quanto previsto dalla normativa antiriciclaggio, per disporre bonifici di importo pari o superiore a 5.000 euro in cui l’ordinante effettivo risulta essere un soggetto terzo diverso dai titolari del conto corrente, è necessario acquisire i dati identificativi e copia del documento di identità dello stesso. Tale bonifico non può essere pertanto disposto online ma solo tramite invio di modulo cartaceo.

  1. Per inoltrare la disposizione è pertanto necessario:
    Stampare e compilare:
    a. Un modulo contente i dati dell’ordinante effettivo;
    b. Un modulo contenente il dettaglio della disposizione di bonifico.

  2. Allegare copia del documento di identità e del codice fiscale dell’ordinante effettivo.


Inviare tutti i documenti a FinecoBank debitamente compilati e firmati:

- Via fax al numero: 02 303482631
- oppure via e-mail all’indirizzo: helpdesk@finecobank.com
Il bonifico verrà eseguito al massimo entro la giornata operativa successiva alla data di ricezione di tutta la documentazione da parte della Banca; effettuata l’operazione, provvederemo a inviarti una e-mail di conferma.

NUMERO CARATTERI IBAN PER PAESE
L'IBAN, acronimo di International Bank Account Number, è un codice bancario che identifica il conto corrente e la banca. La lunghezza di tale codice varia a seconda del Paese beneficiario del bonifico. Di seguito una tabella riassuntiva del numero di caratteri di cui si compone il codice IBAN a seconda del Paese beneficiario e se quest’ultimo risulta aderente o meno al circuito SEPA

TABELLA PAESI ADERENTI IBAN

Paese N° caratteri IBAN Aderente SEPA
ALBANIA 28 NO
ANDORRA 24 NO
ARABIA SAUDITA 24 NO
AUSTRIA 20 SI
AZERBAIGIAN 28 NO
BAHREIN 22 NO
BELGIO 16 SI
BOSNIA 20 NO
BRASILE 29 NO
BULGARIA 22 SI
CIPRO 28 SI
CITTA' DEL VATICANO 27 NO
COSTA RICA 21 NO
CROAZIA 21 SI
DANIMARCA 18 SI
EMIRATI ARABI UNITI 23 NO
ESTONIA 20 SI
FINLANDIA 18 SI
FRANCIA 27 SI
GEORGIA 22 NO
GERMANIA 22 SI
GIBILTERRA 23 SI
GRECIA 27 SI
GROENLANDIA 18 NO
GUADALUPE 27 SI
GUATEMALA 28 NO
GUIANA FRANCESE 27 SI
IRLANDA 22 SI
ISLANDA 26 SI
ISOLA BOUVET 15 SI
ISOLA DI GUERNSEY 22 NO
ISOLA DI JERSEY 22 NO
ISOLA DI MADERIA 25 SI
ISOLA DI MAN 22 NO
ISOLA DI RIUNIONE 27 SI
ISOLA DI SAINT-BARTHELEMY 27 SI
ISOLA DI SAINT-MARTIN (PARTE FRANCESE) 27 SI
ISOLE ALAND 18 SI
ISOLE AZZORRE 25 SI
ISOLE DI SAINT PIERRE E MIQUELON 27 SI
ISOLE DI WALLIS E FUTUNA 27 NO
ISOLE FAR OER 18 NO
ISOLE VERGINI 24 NO
ISRAELE 23 NO
ITALIA 27 SI
GIORDANIA 30 NO
KAZAKISTAN 20 NO
KOSOVO 20 NO
KUWAIT 30 NO
LETTONIA 21 SI
LIBANO 28 NO
LICHTESTEIN 21 SI
LITUANIA 20 SI
LUSSEMBURGO 20 SI
MACEDONIA 19 NO
MALTA 31 SI
MARTINICA 27 SI
MAURITANIA 27 NO
MAURITIUS 30 NO
MAYOTTE 27 SI
MOLDAVIA 24 NO
MONACO 27 SI
MONTENEGRO 22 NO
NORVEGIA 15 SI
NUOVA CALEDONIA 27 NO
OLANDA 18 SI
PAKISTAN 24 NO
PALESTINA 29 NO
POLINESIA FRANCESE 27 NO
POLONIA 28 SI
PORTOGALLO 25 SI
QATAR 29 NO
REGNO UNITO 22 SI
REPUBBLICA CECA 24 SI
REPUBBLICA DOMINICANA 28 NO
ROMANIA 24 SI
SAN MARINO 27 SI
SANTA LUCIA 32 NO
SAO TOME 25 NO
SERBIA 22 NO
SEYCHELLES 31 NO
SLOVACCHIA 24 SI
SLOVENIA 19 SI
SPAGNA 24 SI
SPITSBERGEN 15 NO
SVEZIA 24 SI
SVIZZERA 21 SI
TERRE AUSTRALI E ANTARTICHE FRANCESI 27 NO
TIMOR LESTE 23 NO
TUNISIA 24 NO
TURCHIA 26 NO
UCRAINA 29 NO
UNGHERIA 28 SI

 

TEMPI DI ESECUZIONE DEL BONIFICO

CANALE SEPA
Data accredito massima: 20 giorni lavorativi
Data accredito minima:

  • 1 giorno lavorativo per:
    - conti con SMS PIN attivo e conferma della disposizione entro le ore 15:00.
    - conti con SMS PIN NON attivo e conferma della disposizione entro le ore 13:00.

  • 2 giorni lavorativi per:
    - conti con SMS PIN attivo e conferma della disposizione dopo le ore 15:00.
    - conti con SMS PIN NON attivo e conferma della disposizione dopo le ore 13:00.


CANALE SWIFT

1. Bonifici da conto euro in divisa euro

Data valuta addebito massima: 20 giorni lavorativi (caledario forex)

Data valuta addebito minima
:
- Bonifici verso Paesi non aderenti a PSD: 2 giorni lavorativi (calendario forex)
- Bonifici verso Paesi aderenti PSD: 1 giorno lavorativo (calendario forex)

Data addebito/data esecuzione:

- Bonifici verso Paesi non aderenti a PSD: Pari a data valuta addebito -1 giorno lavorativo (calendario forex)
- Bonifici verso Paesi aderenti PSD: Corrisponde a data valuta addebito


2. Bonifici da conto Euro in divisa diversa da Euro

Data valuta addebito massima: 20 giorni lavorativi (calendario forex)
Data valuta addebito minima: 3 giorni lavorativi (calendario forex)
Data addebito/data esecuzione: Pari a data valuta addebito -2 giorni lavorativi (calendario forex)


3. Bonifici da Multicurrency

Divisa GBP e SEK
Data valuta addebito massima: 20 giorni lavorativi (calendario forex)
Data valuta addebito minima:
- Bonifici verso Paesi non aderenti a PSD Spazio economico Europeo: 3 giorni lavorativi (calendario forex)
- Bonifici verso Paesi aderenti PSD Spazio economico Europeo: 1 giorno lavorativo (calendario forex)
Data addebito/data esecuzione:
- Bonifici verso Paesi non aderenti a PSD: Pari a data valuta addebito -2 giorni lavorativi (calendario forex)
- Bonifici verso Paesi aderenti PSD: Corrisponde a data valuta addebito

Altre divise estere
Data valuta addebito massima: 20 giorni lavorativi (calendario forex)
Data valuta addebito minima: 3 giorni lavorativi (calendario forex)
Data addebito/data esecuzione: Pari a data valuta addebito -2 giorni lavorativi (calendario forex)


ANNULLAMENTO BONIFICO
E’ possibile annullare un bonifico SEPA direttamente online alla sezione Conto e Carte > Bonifici e giroconti > Archivio bonifici





Visualizzerai il bottone ANNULLA in corrispondenza dei seguenti stati:

  • In accettazione/In esecuzione.
  • Accettato: funzionalità attiva fino alle ore 18.00 del giorno lavorativo antecedente la data di accredito indicata dal cliente nella disposizione, ad eccezione dei bonifici verso conti Fineco per i quali la stessa sarà disponibile fino alle ore 18.00 della data di accredito.
  • Da confermare (in caso di SMS PIN ATTIVO): funzionalità attiva fino al cut off previsto per la conferma del bonifico (ore 15.30 o 23:55).

La funzionalità non è disponibile:

  • dopo le ore 18.00 del giorno lavorativo antecedente la data di accredito indicata dal cliente (dopo le ore 18.00 del giorno lavorativo corrispondente alla data di accredito in caso di bonifici interni);
  • in corrispondenza dello stato ESEGUITO;
  • per i bonifici disposti in modalità cartacea.

L’annullamento della disposizione deve essere confermato tramite l’inserimento del PIN dispositivo. Al termine dell’operazione ti invitiamo sempre a verificare che lo stato del bonifico sia passato in “annullato”.

I bonifici SWIFT possono essere annullati solo tramite Customer Care secondo le seguenti tempistiche:

  • Bonifici in euro: fino alle ore 16.30 del secondo giorno lavorativo antecedente la data valuta addebito indicata durante la disposizione.
  • Bonifici in divisa diversa da euro: fino alle 16.30 del terzo giorno lavorativo antecedente la data valuta addebito indicata durante la disposizione.
  • Bonifici in GBP e in SEK disposti da Servizio Multicurrency verso un paese aderente PSD: fino alle 16.30 del giorno antecedente la data valuta addebito indicata durante la disposizione.


IMPORTO SUPERIORE AL LIMITE GIORNALIERO
Per disporre un'operazione in deroga al limite giornaliero, chiama il Customer Care dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 22:00 e il sabato dalle 09:00 alle 13:00 ai seguenti numeri:

- 800 52.52.52 (da telefono fisso e dall'Italia)
- 02.2899.2899 (per chiamate dall'estero o da cellulare).


INVIO E-MAIL DI NOTIFICA AL BENEFICIARIO

La funzione di invio e-mail di notifica al beneficiario, già presente nella pagina di esito di inserimento di una disposizione di bonifico, è disponibile anche alla sezione “Bonifici e giroconti > Archivio bonifici”.



Cliccando sull’icona di cui sopra sarà possibile visualizzare l’anteprima della e-mail che verrà inviata.
E’ possibile indicare fino a tre destinatari e-mail e scegliere di inviare una copia della comunicazione al proprio indirizzo e-mail certificato.

Bonifico estero tramite Customer Care

Per inoltrare un bonifico estero tramite Customer Care chiama i numeri:

800 52.52.52 (da telefono fisso)

02.2899.2899 (per chiamate dall'estero o da cellulare)

e comunica tutti i dati all'operatore.

Ti segnaliamo inoltre che il pagamento può essere inoltrato attraverso il canale europeo SEPA solo se il BIC del beneficiario risulta aderente al circuito. In caso contrario, il bonifico sarà inoltrato in automatico attraverso il canale SWIFT (Estero UE).

Attenzione
Per i bonifici effettuati tramite canale SEPA, al beneficiario potrebbero essere applicate eventuali spese dalla banca beneficiaria; per le disposizioni effettuate tramite canale SWIFT (Estero UE), invece, eventuali spese al beneficiario potrebbero essere addebitate sia dalla banca beneficiaria che dalle banche estere che intervengono nel processo di trasferimento.

Ti ricordiamo che online, alla sezione "archivio bonifici/bonifico estero", puoi visualizzare solo il dettaglio dei bonifici in euro disposti verso i Paesi appartenenti all’area SEPA, in divisa Euro, di importo fino a 50.000 euro.


Per tutte le altre disposizioni di bonifico estero effettuabili solo tramite Customer Care:

- Bonifico estero in euro di importo superiore ai 50.000 euro

- Bonifico in euro verso Paesi non appartenenti all’area SEPA

- Bonifico in valuta diversa dall'euro

- Bonifici verso Svizzera, Principato di Monaco e San Marino utilizzando un BIC non aderente al circuito SEPA.

E' possibile richiedere all'operatore l'invio della contabile a domicilio al costo di 4,95 euro per singola disposizione.

Ricevere un bonifico dall'estero

Per ricevere un pagamento dall'estero devi comunicare:

le coordinate IBAN (International Bank Account Number) del conto FinecoBank su cui desidere ricevere il pagamento

i codici BIC (Bank Identifier Code).

BIC banca ricevente (swift): UNCRITMM
BIC banca beneficiario: FEBIITM1

Bonifici continuativi

Grazie a questa funzione puoi far fronte ai pagamenti a scadenze periodiche. Impostando un bonifico continuativo potrai ad esempio pagare automaticamente l'affitto di casa. E’ sufficiente impostare i dati del bonifico la prima volta.

Per inoltrare online una disposizione di bonifico continuativo accedi all’area riservata del conto e clicca sulla voce “Continuativo” che trovi alla sezione “Conto e carte" > Bonifici e giroconti". Inserisci i dati richiesti e conferma l’operazione con il PIN dispositivo.

DATI BONIFICO:
- Beneficiario
- IBAN
- Importo €

Data 1° accredito
È la data in cui il primo bonifico del piano bonifico viene accreditato sul conto del beneficiario e, secondo quanto previsto dalla normativa sui pagamenti, deve corrispondere a un giorno lavorativo.

Data accredito massima: 20 giorni lavorativi

Data accredito minima: 2 giorni lavorativi

I bonifici inseriti in un giorno festivo o non lavorativo, si considerano ricevuti dalla banca il primo giorno lavorativo successivo.

In questo caso, la data di accredito minima indicabile è quindi pari a 3 gg. Lav.
La data accredito non può corrispondere a un giorno festivo o non lavorativo.

Scadenze in giorni non lavorativi o festivi
Nel caso in cui la data di accredito indicata corrisponda, per una delle tue scadenze successive, a un giorno festivo, puoi decidere se anticipare o posticipare il pagamento al primo giorno lavorativo utile.

Frequenza bonifico
La periodicità può essere: mensile, bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale.

Numero bonifici previsti
E’ necessario impostare la durata del piano. Al raggiungimento del numero previsto di bonifici, il piano verrà interrotto.

Per rendere illimitata nel tempo l'operazione, è sufficiente impostare "N° bonifici previsti=999".

Causale


Dopo l’inserimento di un IBAN aderente al circuito europeo SEPA, avrai la possibilità di indicare i seguenti dati facoltativi:

Ordinante
E’ possibile selezionare l’ordinante del bonifico tra gli intestatari del conto corrente.

Riferimento ordinante
E’ il codice identificativo dell’ordinate, fornito dallo stesso e fatto pervenire al beneficiario.

Ordinante effettivo
L’ordinante effettivo è il soggetto per conto del quale l’ordinante dichiara di effettuare il pagamento.

Riferimento ordinante effettivo
E’ il codice identificativo dell’ordinante effettivo, fornito dall’ordinante e fatto pervenire al beneficiario.

Riferimento beneficiario
E’ il codice identificativo del beneficiario

Indirizzo beneficiario
E’ l’indirizzo del beneficiario del bonifico

Beneficiario effettivo
E’ il soggetto per conto del quale il beneficiario riceve il pagamento

Riferimento beneficiario effettivo
E’ il codice identificativo del beneficiario effettivo

Categoria
Si tratta di un codice di 4 caratteri utili alla banca del beneficiario per l'applicazione di specifiche modalità di elaborazione.

Un bonifico continuativo può essere annullato, ma non modificato.
Per cambiare l'importo o il beneficiario devi annullare l'operazione di bonifico e compilare una nuova richiesta.

Nota bene. Il piano di bonifico continuativo può essere annullato direttamente online alla sezione "Continuativo > Gestione piano > Piani attivi". Se il tuo piano ha una rata in scadenza con data di accredito entro due giorni lavorativi da oggi, questa verrà comunque addebitata.

Stato della disposizione
Alla sezione "Gestione piano" puoi visualizzare lo stato del piano e della disposizione inoltrata.

I singoli bonifici del piano sono rendicontati anche alla sezione “Archivio bonifici”.

Impostare un bonifico continuativo

Se hai dei pagamenti a scadenze periodiche (es: affitto) impostando un bonifico continuativo puoi adempiere automaticamente al pagamento senza rischiare di dimenticartene.

Per inoltrare una disposizione di bonifico continuativo accedi all'area riservata del conto e clicca sulla voce "Continuativo" che trovi alla sezione "Conto e carte" > Bonifici e giroconti". Inserisci i dati richiesti e conferma l'operazione con il PIN dispositivo.

Impostare il termine
La voce "Numero bonifici previsti" è necessaria per impostare un termine. Al raggiungimento del numero di bonifici impostato, il piano verrà interrotto.

Per rendere illimitata nel tempo l'operazione, è sufficiente impostare "N° bonifici previsti=999".

Revocare un bonifico continuativo
Un bonifico continuativo può essere annullato, ma non modificato. Se desideri cambiare l'importo o il beneficiario devi annullare l'operazione di bonifico e compilare una nuova richiesta.

Per revocare il bonifico continuativo è necessario accedere alla sezione "Gestione Piano" e cliccare sul pulsante "X".

Nota bene. Se il tuo piano ha una rata in scadenza con data di accredito pari o inferiore a due giorni lavorativi, questa verrà comunque addebitata. Per maggiori informazioni contatta il Customer Care ai numeri:

800.52.52.52 (dall’Italia e da telefono fisso)
02.2899.2899 (da cellulare e dall’estero)

Stato della disposizione
Alla sezione "Gestione Piano" puoi visualizzare lo stato della disposizione inoltrata. I possibili stati sono:

E In Essere Il bonifico continuativo è attivo e i singoli bonifici continuano ad essere addebitati alle rispettive scadenze.
A Annullato Il bonifico continuativo è stato cancellato e non verranno effettuati ulteriori pagamenti alle scadenze previste.
T Terminato Tutti i pagamenti previsti nel bonifico continuativo sono stati inoltrati.
R Bloccato SMS PIN Il piano è stato confermato con PIN dispositivo ma non tramite SMS PIN e, pertanto, risulta bloccato.

Bonifici agevolazioni fiscali

E' possibile disporre bonifici per ottenere agevolazioni fiscali in merito a: 

interventi di ristrutturazione edilizia:
detrazione IRPEF del 50% per spese sostenute fino al 31/12/2020 con limite massimo di 96.000 euro per ogni unità immobiliare
detrazione IRPEF del 36% per spese sostenute dal 1/1/2021 con limite massimo di 48.000 euro per ogni unità immobiliare

 interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche (tipologia Interventi Antisismici)
Per questa tipologia di spese la percentuale di detrazione e le regole sono diverse a seconda dell’anno di effettuazione della spesa. Per le spese sostenute dal 1º gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 spetta una detrazione del 50%, che va calcolata su un ammontare massimo di 96.000 euro per unità immobiliare (per ciascun anno) e che deve essere ripartita in cinque quote annuali di pari importo. Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2018 e relative agli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica spetta  una detrazione maggiorata all’80% (70% per le spese effettuate nel 2017), se gli interventi determinano il passaggio a una classe di rischio inferiore, ovvero dell’85% (75% per le spese effettuate nel 2017), se gli interventi determinano il passaggio a due classi di rischio inferiori. In tal caso, la  detrazione è ripartita in 10 quote annuali di pari importo e si applica su un ammontare delle spese non superiore a 136mila euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

interventi finalizzati all’acquisto di mobili o elettrodomestici per l’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione edilizia
detrazione IRPEF del 50% per spese sostenute dal 1/1/2018 al 31/12/2020, calcolata entro il limite massimo di 10.000 euro di spesa

Segnaliamo inoltre che è inoltre sarà possibile detrarre il 50% su un massimo di 10.000 euro per acquisti di arredi o grandi elettrodomestici ma solo se le spese sono legate a ristrutturazioni avviate dal 1° gennaio 2017. 

Per tale tipologia d’interventi non è obbligatorio l’uso dell’apposito bonifico per le ristrutturazioni edilizie, in quanto i pagamenti possono essere effettuati con bonifico ordinario o con carte di pagamento (di debito o di credito).

interventi di ristrutturazione edilizia da parte di imprese edili e cooperative edilizie ceduti entro 18 mesi
detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute fino al 31/12/2020 con limite massimo di 96.000 euro per ogni unità immobiliare

interventi di riqualificazione energetica degli edifici (detrazione IRPEF - Legge 296/06)
detrazione IRPEF del 65% per spese sostenute dal 6/6/2013 al 31/12/2020

Tale detrazioni spetta per le spese sostenute per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive di infissi)
  • l’installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

In particolare,  la detrazione nella misura del 65% riguarda anche:

- gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A di prodotto e contestuale   installazione di sistemi di termoregolazione evoluti, appartenenti alle classi V, VI oppure VIII; con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in   fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro; con generatori d’aria calda a condensazione;

- l’acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti, fino a un valore massimo della detrazione di 100mila euro, a condizione che gli interventi producano un risparmio di energia primaria pari almeno al 20%.

La detrazione è ridotta al 50% per le spese, sostenute dal 1º gennaio 2018, relative all’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione  invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto (sono esclusi dalla detrazione gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza inferiore alla classe A di prodotto). La detrazione nella misura del 50% si applica anche alle spese sostenute nel 2019 per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30mila euro.

interventi di riqualificazione energetica parti comuni di edifici condominiali

detrazione IRPEF del 65% per spese sostenute dal 6/6/2013 al 30/06/2021

Indipendentemente dalla data di avvio degli interventi cui le spese si riferiscono, per l’individuazione dell’aliquota applicabile ai fini della detrazione IRPEF, occorre far riferimento alla data dell’effettivo pagamento.

Per disporre un bonifico finalizzato ad ottenere agevolazioni fiscali, oltre ai dati richiesti per un bonifico ordinario, è necessario indicare tutti gli estremi utili all'ottenimento della detrazione fiscale.

Il titolare della detrazione fiscale è il soggetto (Persona Fisica o Condominio) che usufruisce degli sgravi fiscali previsti dalla legge ed è persona diversa dal beneficiario del bonifico, cioè dal soggetto che emette fattura di pagamento a fronte di determinate prestazioni offerte (es. lavori di ristrutturazione realizzati da un'impresa edile).

Ai fini della detrazione fiscale, e' possibile indicare i dati identificativi relativi a massimo 4 Persone Fisiche o, in alternativa, 1 Persona Giuridica o Condominio, i quali potranno usufruire dell'agevolazione fiscale.

Qualora il titolare della detrazione fiscale fosse una Persona Fisica sarà necessario indicare, oltre a nome e cognome, anche il codice fiscale. Per il condominio, invece, dovranno essere indicati sia i dati del condominio stesso (nome e partita IVA), sia il codice fiscale dell'amministratore.

 

interventi, inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata degli edifici ubicati nella zona A o B ex Dm 1444/1968 (bonus facciate

detrazione del 90% per le spese sostenute nell’anno 2020

Ferme restando le agevolazioni già previste in materia edilizia e di riqualificazione energetica, sono ammessi al beneficio i soli interventi su strutture opache della facciata, balconi, ornamenti e fregi. La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo. Non sono previsti limiti massimi di spesa, a differenza delle agevolazioni già presenti in materia. Se i lavori non sono di sola pulitura o tinteggiatura esterna e influiscono dal punto di vista termico o interessano oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, devono soddisfare i requisiti energetici previsti dal decreto Mise 26 giugno 2015 e quelli della tabella 2 allegata al decreto Mise 11 marzo 2008, riguardanti i valori di trasmittanza termica.
Il pagamento di questa categoria di spese detraibili deve essere disposto mediante una disposizione di bonifico per agevolazione fiscale, dal quale risulti la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il numero di partita Iva ovvero il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato. Ad oggi, non è stata istituita nel tracciato ministeriale una specifica causale, pertanto, salvo future diverse indicazioni, si potranno utilizzare quelle esistenti.



Per tutti i dettagli relativi alle tempistiche di accredito o al limite giornaliero sull'importo dei bonifici in uscita clicca qui
In caso di utilizzo di un IBAN aderente al circuito europeo SEPA, avrai la possibilità di inserire i seguenti dati facoltativi:

Ordinante
E’ possibile selezionare l’ordinante del bonifico tra gli intestatari del conto corrente.

Riferimento ordinante
E’ il codice identificativo dell’ordinate, fornito dallo stesso e fatto pervenire al beneficiario.

Ordinante effettivo
L’ordinante effettivo è il soggetto per conto del quale l’ordinante dichiara di effettuare il pagamento.

Riferimento ordinante effettivo
E’ il codice identificativo dell’ordinante effettivo, fornito dall’ordinante e fatto pervenire al beneficiario.

Riferimento beneficiario
E’ il codice identificativo del beneficiario

Indirizzo beneficiario
E’ l’indirizzo del beneficiario del bonifico

Beneficiario effettivo
E’ il soggetto per conto del quale il beneficiario riceve il pagamento

Riferimento beneficiario effettivo
E’ il codice identificativo del beneficiario effettivo





La contabile valida ai fini fiscali è disponibile direttamente online alla sezione “Archivio bonifici” e solo in corrispondenza di bonifici in stato “eseguito”.

Per richiedere l'invio a domicilio della contabile, chiama il Call Center dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 ai numeri:

  • 800.52.52.52 (da telefono fisso)
  • 02.2899.2899 (da telefono cellulare e dall'estero)

Tale invio prevede un costo di 0,95 euro.

Attenzione!
Secondo quanto previsto dalla normativa antiriciclaggio, per disporre bonifici di importo pari o superiore a 5.000 euro in cui l’ordinante effettivo risulta essere un soggetto terzo diverso dai titolari del conto corrente, è necessario acquisire i dati identificativi e copia del documento di identità dello stesso. Tale bonifico non può essere pertanto disposto online ma solo tramite invio di modulo cartaceo.

  1. Per inoltrare la disposizione è pertanto necessario:
    Stampare e compilare:
    a. Un modulo contente i dati dell’ordinante effettivo;
    b. Un modulo contenente il dettaglio della disposizione di bonifico.

  2. Allegare copia del documento di identità e del codice fiscale dell’ordinante effettivo.
    Inviare tutti i documenti a FinecoBank debitamente compilati e firmati:
    - Via fax al numero: 02 303482631
    - oppure via e-mail all’indirizzo: helpdesk@finecobank.com

Il bonifico verrà eseguito al massimo entro la giornata operativa successiva alla data di ricezione di tutta la documentazione da parte della Banca; effettuata l’operazione, provvederemo a inviarti una e-mail di conferma .

Nota!
Il TRN (Transaction Reference Number) è il codice di riferimento dei bonifici disposti tramite canale SEPA e corrisponde al CRO (Codice Riferimento Operazione) dei bonifici sul canale Italia.

Accredito bonifici per agevolazione fiscale

Le banche beneficiarie sono tenute ad operare una ritenuta del 4% (sull’importo del bonifico al netto dell’IVA applicata con l’aliquota più elevata) a titolo di acconto dell'imposta sul reddito dovuta dai beneficiari, dei bonifici disposti per spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio e spese per interventi di risparmio energetico. 

Successivamente tali importi saranno riversati all’Agenzia delle Entrate (DL 31 maggio 2010 n.78 e successive modifiche).

Alimentazione conto

Con il servizio di "alimentazione automatica" chiedi a FinecoBank di prelevare un determinato importo da un conto a te intestato presso altra banca senza dover andare in banca, evitando di richiedere l'esecuzione di un bonifico.

Per poter procedere con una richiesta di alimentazione è necessario attivare il servizio.
Per attivare il servizio è necessario indicare online, alla sezione "Nuova attivazione", il conto corrente presso altra banca dal quale desideri prelevare somme e il relativo importo.

Attenzione! Il servizio può essere attivato solo se sei intestatario o cointestatario di un conto presso altra banca.

Per l'attivazione sono richiesti in media 7 giorni lavorativi.
Una volta attivo il servizio potrai comunicare e richiedere trasferimenti dal tuo conto presso altra banca dell'importo da te indicato.

Puoi scegliere tra due modalità di alimentazione:

      Singola - per richiedere singoli trasferimenti sul tuo conto Fineco

      Periodica - per impostare un piano di trasferimento a scadenze periodiche

Per cambiare o aggiungere un nuovo importo da alimentare è necessario procedere con una nuova attivazione.

Alimentazione singola

Per utilizzare il servizio accedi all'area riservata del sito e clicca sulla voce "Alimentazione conto".

Se non hai ancora attivato il servizio, prima di richiedere una alimentazione, clicca su "Nuova attivazione" e inserisci:

 i dati di un conto a te intestato o di cui sei cointestatario presso altra banca

 l'importo che sarà oggetto dei tuoi trasferimenti

e conferma l'operazione.

Per l'attivazione sono richiesti mediamente 7 giorni lavorativi.

Il servizio di alimentazione può essere utilizzato solo in presenza di almeno un conto predefinito attivo e di una attivazione completata. Puoi controllare l'elenco delle tue attivazioni direttamente alla voce "Elenco attivazioni".

Come alimentare il tuo conto
Con il servizio di alimentazione singola richiedi a Fineco il trasferimento dell'importo comunicato in fase di attivazione dal tuo conto presso altra banca al tuo conto Fineco.

Clicca su alimentazione "singola".

A questo punto:

     Scegli il conto presso altra banca dal quale desideri effettuare un trasferimento. 
    
     Scegli su quale conto Fineco accreditare il trasferimento. 
    
     Visualizza l'importo oppure sceglilo in caso di più attivazioni impostate (importo minimo 100 euro - max 100.000 euro) 
    
     Digita la disponibilità, ovvero la data in cui la somma trasferita sarà disponibile sul tuo conto Fineco. In automatico viene proposta la prima data disponibilità utile, che è calcolata in 10 giorni lavorativi dalla data in cui inserisci l'alimentazione.
Nota! Nel caso in cui la data disponibilità da te impostata corrisponda ad un giorno festivo, il trasferimento avverrà il primo giorno lavorativo successivo. 
    
     Conferma l'operazione.


Puoi visualizzare tutte le alimentazioni da te impostate direttamente alla sezione "Elenco alimentazioni".

Alimentazione periodica

Per utilizzare il servizio accedi all'area riservata del sito e clicca sulla voce "Alimentazione conto".

Se non hai ancora attivato il servizio, prima di richiedere una alimentazione clicca su "Nuova attivazione" e inserisci:

  i dati di un conto a te intestato o di cui sei cointestatario presso altra banca

  l'importo che sarà oggetto dei tuoi trasferimenti

e conferma l'operazione.

Per l'attivazione sono richiesti mediamente 7 giorni lavorativi.

Il servizio di alimentazione può essere utilizzato solo in presenza di almeno un conto predefinito attivo e di una attivazione completata. Puoi controllare l'elenco delle tue attivazioni direttamente alla voce "Elenco attivazioni".

Come alimentare il tuo conto
Con il servizio di alimentazione periodica richiedi a Fineco il trasferimento continuativo di un determinato importo dal tuo conto presso altra banca al tuo conto Fineco.

Clicca su alimentazione "periodica".

A questo punto:

  Scegli il conto presso altra banca dal quale desideri effettuare un trasferimento. 

  Scegli su quale conto Fineco accreditare i trasferimenti.

  Visualizza l'importo oppure sceglielo in caso di più attivazioni impostate (importo minimo 100 euro - max 100.000 euro). 

  Digita la disponibilità ovvero la data in cui la somma trasferita sarà disponibile sul tuo conto Fineco. In automatico viene proposta la prima data disponibilità utile, che è calcolata in 10 giorni lavorativi dalla data in cui inserisci l'alimentazione.
Nota!
Nel caso in cui la data disponibilità da te impostata corrisponda ad un giorno festivo,  il  trasferimento avverrà il primo giorno lavorativo successivo.    

  Inserisci la frequenza (mensile, bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale) e il numero dei versamenti con cui desideri accreditare il tuo conto Fineco.*

  Conferma l'operazione.


Puoi visualizzare tutte le alimentazioni da te impostate direttamente alla sezione "archivio alimentazioni"

* Una volta raggiunto il termine impostato, il trasferimento automatico verrà interrotto. Per rendere illimitata nel tempo l'operazione imposta come numero versamenti 999.

Archivio

In "Archivio alimentazioni" visualizzi tutte le richieste e i trasferimenti di denaro effettuate. 

Basta selezionare il conto Fineco sul quale hai richiesto i trasferimenti da altra banca,
il tipo di operazione (alimentazione singola o periodica) e il periodo desiderato.

Dati alimentazione singola

Disponibilità: è la data in cui la somma trasferita sarà disponibile sul tuo conto Fineco.
La data disponibilità è il 4° giorno lavorativo successivo alla data di accredito.

Data valuta: è il giorno a partire dal quale decorrono gli interessi sul tuo conto Fineco.
Coincide con la data in cui verranno prelevate le somme dal tuo conto predefinito.

Da conto e Banca: sono le coordinate del conto predefinito da cui proviene l'alimentazione.

Importo: è l'importo della tua alimentazione singola.

Stato
Le voci che identificano i diversi stati di avanzamento sono le seguenti:  

Stato Significato
Inserita Richiesta di alimentazione inserita correttamente.
Inoltrata La richiesta di alimentazione è stata inoltrata alla banca indicata (conto predefinito).
Annullata Alimentazione singola annullata come da tua richiesta.
Accreditata Alimentazione singola accreditata sul conto Fineco
Insoluto  Storno effettuato dopo la data scadenza.

 

Annullamento alimentazione singola
Puoi annullare solo le disposizioni in stato "Accettato". Basta cliccare sul pulsante  "Elimina".

Nota Bene!
L'annullo dell'alimentazione singola può essere disposto solo se lo stato della stessa è "Inserito".


Dati alimentazione periodica

Da conto: è il conto presso altra banca da cui proviene l'alimentazione.

Importo: è l'importo di ogni singolo trasferimento.

Frequenza: è la periodicità con cui desideri trasferire somme di denaro sul tuo conto Fineco.

Trasferimenti: è il numero di trasferimenti del piano di alimentazione automatica che hai impostato.

1° accredito: è la data del primo accredito su Fineco.

Stato: è lo stato della tua disposizione di alimentazione automatica che può essere Attiva, se in corso, o Annullata su tua disposizione. Ti ricordiamo che l'annullamento di un piano di alimentazione periodica comporta l'annullamento in automatico di tutti i trasferimenti previsti dal piano.

Nota Bene!
La revoca del piano potrebbe non comportare l'automatico annullo della prossima alimentazione
in scadenza; l'ordine di accredito viene generato 8 giorni lavorativi prima della data di accredito.

E' possibile annullare tutte le disposizioni in stato "Attiva". Basta cliccare sul pulsante  "Elimina".

Cliccando sulla freccia riportata a fianco al piano di alimentazione è inoltre possibile visualizzare
tutti i dettagli relativi ai singoli trasferimenti previsti dal piano.  

Stato Significato
Inserita Richiesta di alimentazione inserita correttamente.
Inoltrata La richiesta di alimentazione è stata inoltrata alla banca indicata (conto predefinito).
Annullata Alimentazione singola annullata come da tua richiesta.
Accreditata Alimentazione singola accreditata sul conto Fineco
Insoluto  Storno effettuato dopo la data scadenza.


Per qualsiasi ulteriore informazione
puoi contattare il Customer Care ai numeri 800.52.52.52
(da telefono fisso) oppure 02.2899.2899 (da cellulare e dall'estero).

Attivazione servizio

Per poter utilizzare il servizio di alimentazione del conto è necessario attivare conto e importo.

Il conto dal quale potranno essere prelevate le somme è un conto a te intestato presso altra Banca dal quale puoi decidere di trasferire, in modo completamente automatico, delle somme da depositare sul tuo conto Fineco.

In media, per l'attivazione di un conto predefinito sono richiesti 7 giorni lavorativi.

Una volta completata l'attivazione potrai iniziare ad impostare sul tuo conto Fineco trasferimenti di denaro singoli (alimentazione singola) o continuativi (alimentazione periodica) per l'importo indicato in fase di attivazione.

Ti segnaliamo inoltre che per modificare o aggiungere importi o conti diversi da quelli attivati sul tuo conto è necessario procedere con una nuova attivazione.

Importante
In caso di conto Fineco cointestato, tutte le attivazioni saranno visualizzate e utilizzabili solo dal titolare che ne ha richiesto l'attivazione.


Esempio 1:

- conto Fineco: intestato a Mario e Simona

- conto Banca X: intestatato a Mario e Maria

Solo Mario può attivare il conto predefinito presso Banca x. Tale attivazione sarà inoltre visualizzabile e utilizzabile per impartire ordini di alimentazione singola e periodica solo da Mario.